Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo


Home Page




Notizie Utili




Attività e riunioni




Dirigenti e commissioni




Storia del Club




La Rivista




Area Riservata




Rotaract e Inner Wheel




Link utili




News




Storico News




English Version






Login
User

Pass








News - Storico News




Scegli l'anno:


Scegli il mese:




  1     2     3     4   ....  » 



Lettera del Governatore Piccioni Gennaio 2013





Data inserimento: 24-01-3013

Photo Lettera del Governatore Piccioni di Gennaio 2013 ...segue»




Messaggio del Presidente Internazionale di Ottobre 2018





Data inserimento: 01-10-2018

Photo Messaggi del Presidente

President 2018-19 Barry Rassin
Barry Rassin

Presidente 2018/2019

Ottobre 2018

Ogni giovedì mattina, io ricevo un'email dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, con un aggiornamento sullo status dell'eradicazione della polio. L'email contiene una serie di informazioni, Paese per Paese: dove e come vengono condotte le campagne d'immunizzazione, quanti milioni di bambini sono stati vaccinati e dove la sorveglianza ambientale ha trovato prove di circolazione del virus. Ma ogni settimana, quando l'email compare nella mia casella, il mio cuore sembra quasi fermarsi per un momento, fino a quando leggo le prime righe e scopro se un bambino è rimasto paralizzato o meno dal poliovirus durante quella settimana.

Questo, cari amici, è il punto in cui siamo oggi nella nostra opera di eradicazione della polio. La domanda che mi pongo mentre apro quel messaggio non è quante migliaia di casi potremmo vedere in un anno, come facevamo non troppo tempo fa, e neanche quante centinaia. Invece, quando quell'email dell'OMS arriva ogni giovedì, la singola domanda che mi pongo è la seguente: c'è stato o non c'è stato un nuovo caso questa settimana?

Trent'anni fa, 1.000 bambini venivano paralizzati dalla polio ogni singolo giorno. Da allora, abbiamo tenuto traccia dei nostri progressi, anno per anno, settimana per settimana. Abbiamo celebrato come, Paese dopo Paese, regione dopo regione venivano dichiarati liberi dalla polio. Mentre ci avviciniamo sempre più al nostro obiettivo, e il numero di casi diminuisce sempre più, i bambini che riflettono queste cifre diventano sempre meno astratti. Quando apro quell'email il giovedì, non mi chiedo quale numero vedrò, bensì, mi chiedo se un bambino è rimasto paralizzato, o meno.

Siamo vicini all'eradicazione; ma c'è ancora tanto da fare.

Questo mese, chiedo a ogni Rotary club di aiutare End Polio Now celebrando la Giornata Mondiale della Polio, il 24 ottobre. L'anno scorso, migliaia di Rotary club in tutto il mondo hanno organizzato eventi per migliorare la consapevolezza e raccogliere fondi per l'eradicazione della polio. Quest'anno, desideriamo vedere più eventi registrati che mai per la Giornata Mondiale della Polio. Se avete un evento in programma, assicuratevi di registrarlo e promuoverlo sul sito endpolio.org/it, perché possano esserci ulteriori partecipanti. Se non avete ancora programmato un evento, siete ancora in tempo per farlo: visitate il sito endpolio.org/it per trovare idee, informazioni sul live streaming di quest'anno e per trovare le risorse per assistervi nell'organizzazione di un evento di successo.

La Giornata Mondiale della Polio consente ai club di mettere in risalto il Rotary e la nostra storica opera di eradicazione della polio nelle loro comunità. Inoltre, si tratta di un ottimo modo per approfittare della sfida della Bill & Melinda Gates Foundation: per ogni dollaro raccolto dal Rotary a favore dell'eradicazione della polio, la Gates Foundation donerà due dollari. Unitevi a me, e a tutti i Rotariani, il 24 ottobre per la Giornata Mondiale della Polio e Siate di ispirazione per realizzare un mondo senza polio.

...segue»




Programma del Club del mese di Giugno 2018





Data inserimento: 03-06-2018

Photo Programma del mese di Giugno 2018

martedì 5 giugno, nella nostra sede del Thotel, alle ore 20:30, Michele Agus, assistente del Governatore per il nostro club, ci parlerà di “ le cartoline raccontano”. Saremo in interclub con Cagliari Nord , Cagliari Sud, Cagliari Anfiteatro;

sabato 9 giugno, su invito di Paolo Lusci, e su indicazione della dott.ssa Pamela Ladogana dell’istituto universitario di Storia dell’arte, siamo tutti invitati a vedere la mostra della “Collezione Piloni”. Ci troveremo alle ore 10:00 in via università, al civico 32, e la stessa dott.ssa Ladogana ci farà da guida;

martedì 12 giugno, sempre nella nostra sede del Thotel, alle ore 20:30, la nostra socia Chiara Obinu, campionessa mondiale di apnea, ci parlerà di “ L’apnea: nel profondo del mare e dell’anima”;

lunedì 18 giugno, al Thotel, alle ore 20:30, il prof. Giancarlo Nonnoi, docente universitario di storia contemporanea, ci parlerà di “... indovinate chi fu il primo rotaryano sardo”; saremo in interclub col rotary e le Inner Weel di Quartu;

martedì 26 giugno, la sede è sempre quella del Thotel, alle ore 20:30, passaggio della campana tra la presidente uscente Cicci Ibba e il presidente entrante Salvatorangelo Ortu.

Un caro affettuoso saluto

...segue»




Programma del Club del mese di Aprile 2018





Data inserimento: 09-04-2018

Photo Carissimi,

Ecco a voi il programma di questo mese di aprile 2018

- martedì 10 aprile, alle ore 20:30, presso la ns sede del TH, la nostra socia Stefania Bandinelli terrà una conversazione dal titolo “convivenze di fatto: possiamo parlare di matrimonio imperfetto?”;

- MERCOLEDÌ, non martedì,18 aprile, alle ore 20:30, in interclub con Cagliari sud, Cagliari anfiteatro e Cagliari Quartu S. Elena, presso la ns sede del TH, il sindaco Massimo Zedda, il presidente del consiglio comunale Guido Portoghese, l’assessore agli Affari Generali Danilo Fadda, parleranno di “CAGLIARI tra passato, presente, futuro”;

- martedì 24 aprile, sempre presso la ns sede del TH, alle ore 20:30, il dottor Giacomo Marciacane di Banca Generali, terrà una conferenza dal titolo ”Per la tutela del patrimonio: consigli utili”

...segue»




Messaggi0 del Presidente Internazionale di Aprile 2018





Data inserimento: 03-04-2018

Photo Messaggi del Presidente

Ian H.S. Riseley - Rotary International President-elect 2016-17
Ian H.S. Riseley

Presidente 2017-18

Aprile 2018

Al Congresso del Rotary International del 1990 a Portland, nell'Oregon, il Presidente eletto Paulo Costa aveva detto ai Rotariani presenti: "È giunta l'ora per il Rotary di alzare la voce, rivendicare la sua leadership ed esortare tutti i Rotariani a fare una crociata onorevole volta a proteggere le nostre risorse naturali". Ha annunciato l'iniziativa del Rotary con lo scopo di "Preservare il pianeta Terra", chiedendo ai Rotariani di mettere le questioni ambientali nel loro programma di service: piantare alberi, adoperarsi per mantenere pulite l'aria e l'acqua e proteggere il pianeta per le generazioni future.

Il Presidente Costa aveva chiesto di piantare un albero per ognuno degli 1,1 milioni di soci che all'epoca facevano parte del Rotary. Noi Rotariani, come al solito, abbiamo fatto di meglio, piantando circa 35 milioni di alberi entro la fine dell'anno rotariano. Oggi molti di questi alberi prosperano ancora, assorbendo carbonio dall'ambiente, rilasciando ossigeno, raffreddando l'aria, migliorando la qualità del suolo, fornendo un buon habitat e cibo per uccelli, animali e insetti e una miriade di altri benefici. Purtroppo, mentre quegli alberi hanno continuato a fare del bene all'ambiente, il Rotary nel suo complesso non ha portato avanti il proprio impegno ambientale.

Ecco perché all'inizio di quest'anno ho seguito l'esempio di Paulo Costa e ho chiesto al Rotary di piantare almeno un albero per ogni socio del Rotary. Il mio obiettivo era di fare qualcosa di buono oltre ai notevoli benefici derivanti da quegli 1,2 milioni (o più!) di alberi. Mi auguro che piantando alberi, i Rotariani rinnoveranno il loro interesse e la loro attenzione su un problema che dobbiamo rimettere nell'agenda del Rotary: lo stato di salute del nostro pianeta.

Le questioni ambientali sono profondamente intrecciate in ognuna delle nostre aree d'intervento e non possono essere liquidate come non pertinenti al Rotary. L'inquinamento ha un impatto sulla salute delle popolazioni di tutto il mondo: oltre l'80% delle persone nelle aree urbane respira aria impura e dannosa, un numero che arriva al 98% nei Paesi a basso e medio reddito. Se le attuali tendenze continuano così, entro il 2050 si prevede che gli oceani contengano una quantità di materie plastiche superiore in peso a quella dei pesci. E l'aumento della temperatura è ben documentato: le temperature medie annuali globali sono aumentate di circa 2 gradi Fahrenheit (1,1 gradi Centigradi) dal 1880 al 2015. Il fatto che questo cambiamento sia stato causato dagli esseri umani non è un argomento di dibattito scientifico, e nemmeno la probabilità della vasta spaccatura economica e umana se la tendenza continua a non essere controllata. La necessità di agire è più grande che mai e così pure la nostra capacità di avere un impatto reale.

Come ha affermato il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, "Non può esserci un piano B, perché non esiste un pianeta di serie B". Il nostro pianeta appartiene a tutti noi, ai nostri figli e ai loro figli. È un dovere di tutti proteggere, e per tutti noi del Rotary di fare la differenza.

...segue»


  1     2     3     4   ....  » 

Photo

Photo

Photo

Photo